SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 21.05.2017

Inauguration du pavillon suisse « Prophezey » à l’exposition universelle de la Réforme à Wittenberg


Membro CVS Membro CVS | 30.01.2017

Messaggio dei Vescovi per la Domenica del malato 5 marzo 2017


19.01.2017

Coordinamento Terra Santa 2017 – Comunicato finale


Santo Padre Santo Padre | 21.12.2016

La nonviolenza: stile di una politica per la pace


Tutti i documenti

Membro CVS Membro CVS | 03.06.2012

„Non siamo sulla terra per salvaguardare un museo, ma per curare un giardino fiorente.“

I cent'anni dell'Unione svizzera delle donne cattoliche – Festa a Lucerna. Riassunto dell'esposto tedesco dell'abate Martin Werlen OSB

Nell'Unione svizzera delle donne cattoliche, ca. 200'000 donne sostengono molteplici progetti affascinanti. Un bel risultato di cent'anni d'esistenza! Fa del bene al nostro Paese ed alla Chiesa il fatto di non "diventare un museo, ma rimanere un giardino fiorente".

L'abate Martin Werlen OSB ha evocato i 100 anni dell'Unione svizzera delle donne cattoliche facendo riecheggiare queste parole del Papa Giovanni XXIII° e del Concilio. L'abate Werlen ha esortato a un ritorno a quella vitalità della Chiesa che tramite il Concilio le ha conferito una fisionomia di libertà e un ottimismo fiducioso. Occorre riformare questa stessa attitudine nell'oggi della Chiesa. Essa dev'essere pronta a sbarazzarsi di certe strutture superate e di certi baluardi, per andare verso il Signore. La capacità di muoversi è necessaria alla Chiesa perché là ove c'è vita c'è anche movimento. E' importante che il magistero cammini mano nella mano con i fedeli.   

Continuando la sua riflessione, l'abate Werlen evoca la natura dei testi conciliari, che non è di togliere ai teologi il lavoro ma ben più di promuoverlo aprendo nuovi orizzonti. Si tratta insomma di un rinnovamento spirituale promosso dai vescovi stessi cinquant'anni fa quali punti visibili della Chiesa, nello stesso senso della parola di Giovanni XXIII° di aprire una finesta nella Chiesa per farci entrare l'aria fresca.

Che significa tutto ciò per il posto della donna nella Chiesa? Il Vangelo parla esplicitamente di maternità spirituale: "Chi compie la volontà di Dio, costui è mio fratello, sorella e madre" (Mc 3,35). Siamo tutti chiamati a questa apertura di spirito, ringraziando l'Unione svizzera delle donne cattoliche per tutto ciò che ha fatto nella e per la Chiesa!

Lucerna, 2 giugno 2012