SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 01.06.2017

Assemblée de la Conférence des évêques suisses (CES) à Einsiedeln



SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 04.05.2017


Curia romana | 02.05.2017


COR | 24.03.2017

Communiqué à l'issue de la COR du 17.03.2017


Tutti i documenti

SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | Comunicato stampa | 01.05.2011

Un grande annunciatore della fede cristiana

I Vescovi svizzeri esprimono la loro gioia per la beatificazione del papa Giovanni Paolo II

I Vescovi svizzeri sono felici per la beatificazione del papa Giovanni Paolo II. Ringraziamo i fedeli che si sono recati a Roma per le celebrazioni o che, nella domenica 1° maggio, hanno vissuto questo avvenimento in Svizzera attraverso numerose cerimonie, la televisione o le preghiere personali. Giovanni Paolo II non solo ha marcato un’epoca ed ha scritto la storia mondiale, ma agisce ancora oggi in modo positivo come un modello ed un aiuto per gli uomini, pure in Svizzera.

Durante il suo pontificato, papa Giovanni Paolo II ha guidato la Chiesa nel terzo millennio. Ha riformato il ministero di Pietro e l’ha diffuso con forza nel mondo. Con grande efficacia – anche in Svizzera. Dopo l’attentato del 13 maggio 1981, che gli ha impedito una prima visita, Giovanni Paolo II si è recato in Svizzera per la prima volta nel 1984. Allora egli descrisse quel viaggio come un “pellegrinaggio al cuore del popolo di Dio che vive nelle più belle montagne d’Europa ed al nord delle Alpi”.

Si è recato a Zurigo, Lugano, Friborgo, Berna, Flüeli, Lucerna e Sion. Un legame particolare unisce il papa beato ed il santo patrono della Svizzera, Nicolao della Flüe. Dopo la sua visita a Flüeli, Giovanni Paolo II ha spiegato che era stato profondamente impressionato dalla vocazione di san Nicolao della Flüe. Quest’ultimo aveva preso il Vangelo alla lettera ed aveva rinunciato a tutto: alla sua moglie, ai suoi figli, alla sua casa, ai suoi campi. Con il consenso della sua sposa Dorotea, Nicolao della Flüe si è ritirato al Ranft: vi è vissuto come un eremita, nel digiuno totale e nella stretta penitenza.

San Nicolao era al tempo stesso un personaggio influente in Svizzera a quel tempo. E’ stato pure un conciliatore ed un promotore della pace: condizioni sulle quali è costruita la Svizzera fino ai nostri giorni. In questo contesto papa Giovanni Paolo II ha lodato l’attaccamento della Svizzera alla libertà, alla tolleranza, alla neutralità ed alla pace a livello nazionale e mondiale, come pure alla cooperazione tra la Svizzera e la Santa Sede in campo uma-nitario durante la seconda Guerra mondiale.

Il viaggio del papa nel 1984 ha posto l’accento sul dialogo della Chiesa cattolica, tanto interno quanto esterno. L’incontro ecumenico con i rappresentanti protestanti ed ortodossi rimane ancora oggi nella memoria di molti, così pure gli incontri con la Comunità di lavoro delle Chiese cristiane in Svizzera (CLCC) e con il Consiglio ecumenico delle Chiese a Ginevra.

Il viaggio ha avuto luogo 500 anni dopo la nascita di Zwingli e 475 anni dopo quella di Calvino. Giovanni Paolo II ha descritto la Svizzera come il secondo paese della Riforma, dopo la Germania.

Papa Giovanni Paolo II ha effettuato il suo penultimo viaggio all’estero il 5 ed il 6 giugno 2004 a Berna, dove ha incontrato i giovani cattolici della Svizzera. Il pontefice, già fortemente provato dalla malattia, voleva assolutamente ancora compiere questo viaggio. Un giornale di grande tiratura titolava: “Il nuovo miracolo di Berna”. Altri giornali si sono messi alla ricerca del “segreto dell’uomo anziano”, che attirava 14'000 giovani al palazzo del ghiaccio di Berna e 70'000 fedeli per la Santa Messa all’Allmend di Berna. Era la vitalità della fede nel debole corpo del Santo Padre che attirava così tante persone e che rafforzava la loro fede. In questo modo papa Giovanni Paolo II si è rivelato un grande annunciatore della fede anche alla fine della sua vita, mentre l’uso della parola in lui si affievoliva.

Friborgo/Sion, 1° maggio 2011                    

Mons. Norbert Brunner
presidente della CVS