SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 01.06.2017

Assemblée de la Conférence des évêques suisses (CES) à Einsiedeln



SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 04.05.2017


Curia romana | 02.05.2017


COR | 24.03.2017

Communiqué à l'issue de la COR du 17.03.2017


Tutti i documenti

Comunicato stampa | 08.04.2011

I vescovi europei solidali con il popolo della Costa d'Avorio

Comunicato stampa del CCEE

Il cardinale Bozanić sulla situazione in Costa d’Avorio*

Alla luce del conflitto in corso ad Abidjan, il Cardinale Josip Bozanić, arcivescovo di Zagabria e Vice-Presidente del CCEE scrive al Nunzio Apostolico in Costa d’Avorio, Mons. Madtha Ambrose, per testimoniare alla popolazione locale “la vicinanza dei vescovi d’Europa in questo tragico momento della storia della Costa d’Avorio”.

La lettera poi prosegue: “Seguiamo con apprensione l’evoluzione della situazione del Paese ed in particolare quanto accade ad Abidjan. Preghiamo perché cessino al più presto le ostilità e i combattimenti fratricida che continuano a spargere vittime, specie di civili, e hanno costretto migliaia di persone all’esodo. Desidero associarmi all’accorato appello del Santo Padre rivolto a tutte le parti in causa “affinché si avvii l’opera di pacificazione e di dialogo e si evitino ulteriori spargimenti di sangue” (Udienza generale 06.04.2011).

Il cardinale croato, recatosi ad Abidjan nel novembre scorso subito dopo la prima fase delle elezioni presidenziali, si sofferma sulla “fraterna accoglienza delle popolazioni locali” e non nasconde il suo stupore per l’escalation di violenza nel paese “non mi posso capacitare di comprendere perché la pacifica convivenza finora vissuta si sia trasformata in odio e violenza. In questo tempo di quaresima, chiamo alla riconciliazione e alla conversione dei cuori specie dei dirigenti del Paese. A loro desidero ricordare le parole del Santo Padre: ”la violenza e l’odio sono sempre una sconfitta!”.

Infine il cardinale testimonia la sua vicinanza spirituale alla popolazione locale e rivolge un invito ad abbandonare le armi: “Il mio pensiero va in modo speciale alla popolazione sofferente, a chi è dovuto fuggire, a chi ha visto un parente morire. A tutti loro vorrei dire che le Chiese in Europa non si sono dimenticati di loro e pregano per loro. Voglio dire che vi è speranza per l’Africa, vi è speranza per la Costa d’Avorio, vi è sempre una soluzione alternativa alle armi: è la strada dell’amore!”

Sulla scia di questa lettera, il Vice-Presidente del CCEE ne ha rivolto altre due: al Presidente della Conferenza episcopale della Costa d’Avorio, Mons. Laurent MANDJO, e all’arcivescovo di Abidjan, Mons. Jean-Pierre Kutwa.

* Il cardinale Josip Bozanić rappresenta il CCEE nella Commissione Mista CCEE-SECAM

St. Gallen, il 8 aprile 2011

Per ulteriori informazioni:

Thierry Bonaventura, CCEE Media Officer
Tel: +41-71-227 60 40 - Mobile: +41-78-851 60 40 - thierry.bonaventura@ccee.ch

Al Consiglio delle Conferenze Episcopali d’Europa (CCEE) appartengono quali membri le attuali 33 Conferenze episcopali presenti in Europa, rappresentate di diritto dal loro Presidenti, gli Arcivescovi del Lussemburgo, del Principato di Monaco, di Cipro dei Maroniti e il vescovo di Chişinău (Repubblica Moldova). Lo presiede il Cardinale Péter Erdő, Arcivescovo di Esztergom-Budapest, Primate d’Ungheria; i Vicepresidenti sono il Cardinale Josip Bozanić, Arcivescovo di Zagabria e il Cardinale Jean-Pierre Ricard, Arcivescovo di Bordeaux. Segretario generale del CCEE è P. Duarte da Cunha. La sede del segretariato è a St. Gallen (Svizzera)