SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 08.09.2017

Assemblée de la Conférence des évêques suisses (CES) à St. Niklausen


SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 06.09.2017

5e session de discussions entre l’Organisation pour la culture et les relations de l’Islam et la Commission pour le Dialogue avec les Musulmans de la Conférence des évêques suisses du 26 au 31 août 2017 en Iran.


Giustizia e Pace | 01.09.2017

La Commissione nazionale Giustizia e Pace motiva il suo SIʼ alla riforma della previdenza vecchiaia 2020 dal profilo dell'etica sociale


SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 31.07.2017

Videomessaggio per il 1° agosto per l’inizio del pellegrinaggio a Flüeli Ranft


Tutti i documenti

SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | Comunicato stampa | 08.09.2011

Elezione d'un nuovo segretario generale della Conferenza dei vescovi

Assemblea della Conferenza dei vescovi svizzeri (CVS) a Givisiez

Dal 5 al 7 settembre la CVS si è riunita al Seminario diocesano di Sion a Givisiez (FR) per la sua 293aassemblea ordinaria. Tra le differenti nomine effettuate dai vescovi, è da notare quella del sig. Erwin Tanner al posto di segretario generale della CVS.

Con questo giurista di 44 anni, il segretariato della CVS avrà alla sua testa un responsabile dotato di un’eccellente formazione, intelligente e di grande esperienza. È la prima volta che questa alta funzione nella Chiesa è esercitata da un laico. Il sig. Erwin Tanner è collaboratore presso il segretariato della CVS già dal 2006 ed è segretario generale aggiunto dalla metà del 2007. Dopo la partenza di mons. Felix Gmür, ordinato vescovo di Basilea, ha assolto alla funzione di segretario generale ad interim.

Erwin Tanner è nato nel 1967 a San Gallo, ha frequentato il collegio dei cappuccini di Appenzello ed ha studiato presso le Università di Friborgo (CH) e Monaco. Detiene una licenza in teologia e un dottorato in entrambi i diritti (civile ed ecclesiastico). La sua tesi di dottorato ha affrontato le questioni fondamentali del diritto statale delle religioni nel contesto della minoranza religiosa musulmana e della sua religione. È sposato e padre di un bambino.

 La responsabilità centrale della famiglia nell’educazione

La CVS ha ricevuto numerose richieste da parte di genitori inquieti in seguito al dibattito mediatizzato sull’educazione sessuale nelle scuole. I vescovi sottolineano la responsabilità prima dei genitori nell’educazione dei figli. Un autentico sviluppo dell’uomo richiede il pieno rispetto dei valori umani e questo è vero anche nell’ambito della sessualità. “Non la si può ridurre a mero fatto edonistico e ludico e, in modo analogo, l’educazione sessuale non può essere ridotta ad un’istruzione tecnica, con l’unico scopo di difendere gli interessati da eventuali contagi o dal ‘rischio’ della procreazione”, sottolinea il papa Benedetto XVI (Caritas in veritate, 44). Da un punto di vista pedagogico, teorie sulla sessualità, fortemente avversate dalla società, non possono essere imposte per il tramite di una mediazione didattica.

 Richiamo al rispetto nel dibattito politico

Alla vigilia delle elezioni, i vescovi richiamano ad un dibattito rispettoso, malgrado le differenze di pensiero. Ringraziano tutti coloro che si impegnano per un “vivere insieme” improntato al rispetto. Riferendosi al Concilio Vaticano II, essi richiamano il fatto che i politici non sono solamente responsabili del bene del proprio popolo. “È inutile cercare di fare la pace mentre sentimenti di ostilità, di disprezzo e di sfiducia […], i preconcetti  ideologici dividono gli uomini e li oppongono tra di loro. Da ciò l’urgenza e l’estrema necessità di un rinnovamento nella formazione delle mentalità ed un cambiamento dei toni tra l’opinione pubblica” (Gaudium et spes, 82).

In breve

  • La CVS ha preso conoscenza dello studio dello storico Bruno Soliva su “La Chiesa cattolica in Svizzera ed il suo atteggiamento di fronte all’apartheid in Africa del Sud (1970-1990)”. Lo studio è stato commissionato dalla CVS nel 2007. I vescovi esprimono la loro riconoscenza per questo studio esaustivo, ricco di documenti. Questa ricerca sarà pubblicata e presentata pubblicamente in Svizzera il 15 settembre dalla Commissione nazionale Giustizia e Pace, che ha accompagnato lo sviluppo dello studio.
  • I vescovi hanno approvato il rapporto intermedio “Far fronte e prevenire gli abusi sessuali nel quadro della pastorale”. Hanno incaricato la Commissione “Abusi sessuali nel quadro della pastorale” di presentare pubblicamente il 15 settembre, in conferenza stampa, le sfide in corso e quelle da intraprendere.
  • I vescovi svizzeri hanno discusso l’attuale progetto (“Ordinario della Messa”) per la terza edizione del messale della regione germanofona. In vista di una continuità, hanno deciso di adottare per la maggior parte la versione precedente. Il testo necessita ancora di una redazione finale da parte delle conferenze episcopali germanofone come pure dell’approva-zione della Santa Sede.

Incontro

Il nuovo nunzio apostolico in Svizzera, mons. Diego Causero, ha effettuato la sua prima visita alla CVS. Era accompagnato dal segretario della nunziatura, mons. Seamus Patrick Horgan. L’inviato del papa ha una duplice missione: egli mantiene il legame tra il papa e la Chiesa cattolica in Svizzera e, simultaneamente, è ambasciatore presso la Confederazione svizzera.

Nomine

La CVS nomina:

  • Il sig. Erwin Tanner, Bösingen (FR), segretario generale della CVS.
  • Fr. Martino Dotta OFMCap, Bellinzona, presidente della Commissione nazionale Giustizia e Pace. Nato il 1966 a Sorengo (TI), il cappuccino ha studiato teologia all’Università di Friborgo (Svizzera) e vi ha ottenuto nel 1992 il dottorato su Dietrich Bonhoeffer. In ragione delle sue numerose competenze sociali, è generalmente conosciuto in Ticino come il “Frate dei poveri”.
  • Il sig. Roger Husistein, Berna, membro della Commissione nazionale Giustizia e Pace.
  • Don Erich Camenzind, Rothenturm (SZ), ed il canonico Guido auf der Mauer, Zurigo, membri della Commissione Vescovi-Preti.
  • Don Maurizio Silini, Pregassona (TI), delegato presso la Comunità di lavoro delle Chiese cristiane in Svizzera.
  • Coordinatori:

- delle missioni cattoliche italiane: don Carlo De Stasio, Wettingen (nuovo);

- delle missioni cattoliche croate: p. Mijo Pinjuh, San Gallo (nuovo);

- delle missioni cattoliche spagnole: don Miguel Angel Bianco, Friborgo (confermato);

- delle missioni cattoliche portoghesi: p. Aloisio Araújo, Lucerna (confermato).

Givisiez, 7 settembre 2011

Walter Müller, incaricato per l’informazione della CVS