SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 08.09.2017

Assemblée de la Conférence des évêques suisses (CES) à St. Niklausen


SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 06.09.2017

5e session de discussions entre l’Organisation pour la culture et les relations de l’Islam et la Commission pour le Dialogue avec les Musulmans de la Conférence des évêques suisses du 26 au 31 août 2017 en Iran.


Giustizia e Pace | 01.09.2017

La Commissione nazionale Giustizia e Pace motiva il suo SIʼ alla riforma della previdenza vecchiaia 2020 dal profilo dell'etica sociale


SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 31.07.2017

Videomessaggio per il 1° agosto per l’inizio del pellegrinaggio a Flüeli Ranft


SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 05.07.2017

Sinodo dei giovani 2018


Tutti i documenti

Comunicato stampa | 03.05.2011

Dare un volto all´opera dei volontari!

Comunicato stampa per l´inizio della campagna "Buone notizie in più"

Friburgo, 3 maggio 201

L´abate Martin Werlen d´Einsiedeln ha aperto oggi, in conferenza stampa all´"Offenes Haus La Prairie" a Berna, la campagna annuale "Buone notizie in più". "I responsabili ecclesiali, ma anche tutti i battezzati e soprattutto i media della Chiesa sono chiamati a diffondere di più le buone notizie", ha detto mons. Werlen, che in seno alla Conferenza dei vescovi svizzeri riveste la responsabilità dei mezzi di comunicazione sociale. Werlen mette però anche in guardia dal reprimere le cose negative: "Anche questo fa parte della realtà della Chiesa". Invece di reprimere occorre "guardare con gratitudine alle meraviglie compiute dai battezzati, per giungere ad un´immagine adeguata della Chiesa e del suo vivere".

870‘000 donne e uomini forniscono lavoro benevolo nella Chiesa cattolica

A questo "fattore di meraviglia", che spesso accade nella Chiesa in modo non subito visibile, appartiene in prima linea il benevolato, fulcro della campagna di quest´anno "Buone notizie in più". Daniel Kosch, segretario generale della Conferenza centrale cattolico-romana della Svizzera (RKZ), menziona una cifra impressionante: l´osservatorio 2010 sul volontariato, allestito dalla Società svizzera di utilità pubblica assieme all´Ufficio federale di statistica, indica che il 29% delle cattoliche e il 25% dei cattolici fanno volontariato. Tradotto in cifre significa: 870.000 fedeli cattolici forniscono regolarmente lavoro benevolo.

Lisette Steiner dell´"Offenes Haus La Prairie", presso la chiesa della Trinità di Berna, ha recato eloquente testimonianza della valenza sociale del volontariato. 200 pranzi completi vengono elargiti ogni settimana ai bisognosi. Riferito ai tre decenni di esistenza della Prairie, ciò significa circa 300.000 pasti, cucinati dai volontari e dalle volontarie dell´équipe della Casa - senza un franco di profitto!

La campagna "Buone notizie in più" vorrebbe raccogliere su internet commenti su azioni benevole grandi e piccole compiute da volontari, come ha affermato Laure-Christine Grandjean dell´ufficio stampa della CVS. Queste notizie costituiscono un grazie al loro impegno e nel contempo incoraggiano a continuare nello sforzo fatto, malgrado i problemi insoluti della Chiesa. E´ compito dei media ecclesiali dare un volto al volontariato.

Per lanciare la campagna 2011, sono stati inviati alle circa 2000 parrocchie e conventi della Chiesa cattolica manifesti e volantini che verranno affissi e distribuiti nei prossimi giorni. La campagna dura fino alla "Domenica dei media" del 4-5 giugno, dove ci sarà una speciale colletta per i media ecclesiali.

Potete annunciare le buone notizie su:
www.buone-notizie-in-piu.ch
www.mehr-good-news.ch
www.bonnesdepeches.ch

Ulteriori informazioni presso:
- Commissione per la comunicazione e i media: Simon Spengler, 026 510 15 28 o 079 667 27 75, simon.spengler@conferencedeseveques.ch
- Ufficio stampa della CVS: Laure-Christine Grandjean, 026 510 15 27 o 079 935 05 43, laure-christine.grandjean@conferencedeseveques.ch