SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 31.07.2017

Videomessaggio per il 1° agosto per l’inizio del pellegrinaggio a Flüeli Ranft


SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 05.07.2017

Sinodo dei giovani 2018



SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 28.06.2017

Conférence des évêques suisses CES - Fédération des Églises protestantes de Suisse FEPS - Conférence des Églises réformées de Suisse romande CER - Église catholique-chrétienne de Suisse ECS


SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 01.06.2017

Assemblée de la Conférence des évêques suisses (CES) à Einsiedeln


Tutti i documenti

SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | Comunicato stampa | 06.12.2007

278ª Assemblea ordinaria

Durante la 278ª Assemblea ordinaria sono stati trattati i seguenti temi principali.

Raccomandazioni per un rinnovamento della riconciliazione individuale
A seguito della loro assemblea, i vescovi svizzeri hanno reso pubblica una nota pastorale sugli “Impulsi per rinnovare la confessione individuale nel quadro della pastorale del perdono”. Nel corso degli ultimi anni, la dimensione personale del peccato, della conversione, della penitenza e della riconciliazione è in parte sparita dalla coscienza dei fedeli. Ciò anche perché è divenuta consuetudine celebrare il sacramento della riconciliazione nell’ambito di celebrazioni penitenziali comunitarie. Questa forma ha certamente il proprio significato, in quanto esprime la dimensione ecclesiale e pubblica della penitenza. Ma in occasione della confessione il credente si pone da solo davanti a Dio. Si china sulla propria vita, si confronta con la consapevolezza del proprio peccato e fa l’esperienza del perdono personale. Attraverso delle riflessioni di fondo e degli esempi di esperienze concrete, questa lettera pastorale risponde all’auspicio dei vescovi di attirare l’attenzione sulla dimensione personale ed individuale del peccato e del perdono. La CVS spera che le sue riflessioni saranno utili in vista di un rinnovato accesso e di una rinnovata gioia nella riconciliazione individuale.

Parole di Papa Benedetto XVI alla Chiesa in Svizzera
La CVS desidera proporre al pubblico una testimonianza della sua visita ad limina nel novembre 2006. Per questo le tre allocuzioni di Papa Benedetto XVI ai vescovi ed agli abati territoriali della Svizzera sono state raccolte e commentate da esperti svizzeri in un libro tascabile, edito da don Arturo Cattaneo, professore di diritto canonico a Venezia. Quest’opera intitolata “Mettere Dio al centro: parole di Benedetto XVI alla Chiesa che è in Svizzera” è disponibile in italiano, francese e tedesco. Mons. Kurt Koch, vescovo di Basilea, P. Mauro-Giuseppe Lepori, abate di Hauterive, mons. Amedeo Grab, vescovo emerito di Coira, don Graziano Borgonovo, rettore del Seminario internazionale “Giovanni Paolo II” in Roma, e mons. Pier Giacomo Grampa, vescovo di Lugano, hanno apportato il loro contributo a questo lavoro.

L’aiuto al suicidio non è giustificabile
È con inquietudine che la CVS segue la crescente problematica attorno alle attività delle cosiddette associazioni per il diritto a morire con dignità. La CVS ricorda che l’aiuto al suicidio non può mai essere giustificato. Già nel 2002 i vescovi avevano comunicato in modo dettagliato in una nota pastorale le loro riflessioni e raccomandazioni nell’ambito dell’aiuto e dell’ac-compagnamento dei morenti. La lettera dei vescovi porta il titolo: “Morire nella dignità”. Essa sottolinea che è in gioco molto di più che non la regolamentazione legale dell’eutanasia. Si tratta del senso e della dignità della vita umana, del significato dell’approccio alla morte nella vita sociale, nonché della qualità umana della società.

Colloquio sui rapporti Chiesa-Stato
L’evoluzione sociale, i cambiamenti nel panorama religioso svizzero, come pure i conflitti controversi nell’opinione pubblica spingono i vescovi a chinarsi sui rapporti Chiesa-Stato. Un colloquio su questo tema avrà luogo nel novembre 2008 presso la Facoltà di teologia di Lugano. Lo scopo di questa giornata di studio è quello di esaminare in modo critico, a partire dall’analisi della situazione attuale, i diversi modelli in vista degli sviluppi futuri. Si tratta soprattutto di permettere uno scambio interno sul piano cattolico. Parteciperanno a questa seduta: i membri della CVS, i rappresentanti della Sede apostolica, i rappresentanti della Conferenza centrale cattolico-romana della Svizzera (RKZ), come pure diversi esperti ed invitati.

Un tempo per la creazione
Il terzo Incontro ecumenico europeo di Sibiu ha accolto nelle sue raccomandazioni l’auspicio di fare del periodo dal 1° settembre al 4 ottobre un tempo di preghiera per la salvaguardia del creato e di incoraggiamento ad uno stile di vita sostenibile. Il 1° settembre è celebrato come giornata della creazione dalle Chiese ortodosse ed il 4 ottobre è la festa di S. Francesco d’Assisi.

Per rispondere alle raccomandazioni di Sibiu, la CVS farà scrivere una nota nel calendario liturgico. Essa inviterà i responsabili parrocchiali ad introdurre in modo appropriato nella liturgia il tema della creazione nel periodo di tempo tra il 1° settembre ed il 4 ottobre.

Sono previste anche altre raccomandazioni per la catechesi e la formazione degli adulti. Inoltre la lettera pastorale per la Giornata federale di ringraziamento del 2008 sarà consacrata al tema della creazione.

Un accento sulla pastorale giovanile
La CVS ha dedicato una grande parte della propria assemblea alle questioni legate alla pastorale giovanile ed ha deciso di istituire un Consiglio dei Giovani come organo di consultazione per il vescovo responsabile di questo dicastero.

Fr. Emile e fr. Bruno, della Comunità di Taizé, hanno reso visita ai vescovi che hanno così potuto ricevere informazioni dirette sull’incontro ecumenico di Taizé che si terrà a Ginevra dal 28 dicembre al 1° gennaio. L’incontro di Ginevra è preparato spiritualmente in tutte le regioni della Svizzera. Nel quadro di questa preparazione sono state organizzate in diversi luoghi delle “notti di luce” ecumeniche.

Una delegazione di giovani, formata da Claudia Sala, Julien Audrey e Jean-Marie Duvoisin, ha informato i vescovi riguardo ai preparativi in vista della Giornata Mondiale della Gioventù 2008 a Sidney. Gli incontri in preparazione alla GMG hanno un’importanza del tutto particolare. Per i giovani che non potranno recarsi a Sidney sono previste diverse manifestazioni in Svizzera. Durante questo incontro i vescovi svizzeri hanno potuto constatare che i preparativi per questo grande appuntamento sono a buon punto.

Delegazione della CVS a Reykjavik
Mons. Pierre Bürcher, vescovo ausiliare della Diocesi di Losanna, Ginevra e Friborgo, è stato nominato da Papa Benedetto XVI a vescovo di Reykjavik. La CVS lo felicita per questo nuovo compito ed invierà in Islanda una delegazione sotto la guida di mons. Norbert Brunner per partecipare al suo insediamento il 15 dicembre. I gruppi di lavoro di cui era responsabile di mons. Bürcher sono così stati ridistribuiti: il gruppo di lavoro “Islam” è ripreso da mons. Pier Giacomo Grampa, mentre il gruppo di lavoro “altre religioni” è trasferito sotto la responsabilità di mons. Vitus Huonder.

In breve:
• I membri della CVS hanno appreso all’inizio del loro incontro del decesso di mons. Henri Salina, ex-presidente della CVS e abate di Saint-Maurice. Hanno fatto memoria del loro confratello deceduto in occasione di una celebrazione eucaristica la sera del 4 dicembre all’Abbazia di Saint-Maurice con la comunità dei canonici.
• Come d’abitudine, il Nunzio apostolico in Svizzera, mons. Francesco Canalini, ha reso una visita di cortesia ai membri della CVS il 3 dicembre.
• La CVS ha deciso l’introduzione definitiva il 1° gennaio 2009 del sistema modulare “ForModula” per la formazione ecclesiale negli ambiti della catechesi e della gioventù.
• Il servizio d’informazione della CVS ha ripreso dal 1° novembre il segretariato della Commissione dei media della CVS. Il segretariato della stampa cattolica a Friborgo, che aveva assunto finora questo compito, conserva il mandato della CVS per la campagna della domenica e della colletta dei media.
• I membri della CVS sono stati informati dal loro presidio del contenuto di un colloquio con una delegazione del cosiddetto “Manifesto di Lucerna”.

Nomine:
• La CVS ha nominato il p. Roman Stäger PA (Friborgo) quale membro del gruppo di lavoro “Islam”.
• Dopo la morte di don Joachim Müller, presidente del gruppo di lavoro “Nuovi movimenti religiosi”, Rolf Weibel è stato nominato membro e presidente ad interim di questo gruppo, fino al regolamento definitivo della successione.
• Jean-Marc Zwissig (aggiunto al vicario episcopale, Losanna), il prof. François-Xavier Amherdt (Facoltà di teologia di Friborgo) ed il prof. Wolfgang Müller OP (Facoltà di teologia di Lucerna) sono i nuovi membri della Commissione di pianificazione pastorale (CPP).
• Agnes Betschart, Linus Brändle, Joëlle Carron, Ronald Jenny, Francesco Lardelli, Maria Portmann, François Perroset, Johannes Rösch, Claudia Sala, Dominik Schenker, Bernard Voisard e sr. Maria Magdalena Wahl sono stati nominati membri del Consiglio dei Giovani.
• La CVS ha nominato Maurice Page (lic. in lettere, Friborgo) quale collaboratore scientifico di lingua francese della commissione “Giustizia e Pace”. Josef Bieger-Hänggi è invece il nuovo membro di questa commissione.

Saint-Maurice, il 5 dicembre 2007

Walter Müller, incaricato dell’informazione