SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | Comunicato stampa | 02.06.2013

150° anniversario della Conferenza dei vescovi svizzeri – 150° anniversario della Missione Interna

Un doppio giubileo

La Conferenza dei vescovi svizzeri (CVS) e la Missione Interna (MI) hanno celebrato pubblicamente, domenica 2 giugno, in compagnia di molti ospiti, il loro 150° anniversario ad Einsiedeln. I due organismi sono stati creati nel 1863. La Consigliera federale on. Doris Leuthard ha recato gli auguri del Consiglio federale. La festa ha riunito varie generazioni oltre alle diocesi e regioni linguistiche del nostro Paese.

Apice della celebrazione l'Eucarestia all'abbazia di Einsiedeln, contrassegnata da momenti di gioia e gratitudine, espresse da sacerdoti e laici impegnati, che quotidianamente offrono un prezioso contributo alla trasmissione della fede: "costruiamo assieme la Chiesa", come richiama il motto del giubileo. Oltre ai numerosi fedeli giunti da ogni dove, hanno presenziato alla celebrazione con la Missione Interna ed i vescovi svizzeri anche vari rappresentanti dell'ecumenismo, del governo e della politica, della Santa Sede e alcuni vescovi giunti dai Paesi vicini. Hanno offerto la cornice musicale 6 cori di bambini e di giovani, la schola corale di Einsiedeln, due organisti e un ensemble musicale. Grazie al piccolo coro parrocchiale di bambini, al coro di giovani pieno d'ambizione e alle prestazioni canore dei monaci, le "150 voci da tutte le diocesi" hanno rappresentato la Chiesa che è in Svizzera.

Un impegno per l'unità della Chiesa

Il Giubileo ha offerto l'occasione di esaminare sfide attuali e future. Mons. Markus Büchel, presidente della CVS e vescovo di San Gallo, ha ricordato durante la sua omelia che la Conferenza dei vescovi "ha il dovere particolare di impegnarsi per l'unità della Chiesa, unità dei vescovi, degli agenti pastorali e dei fedeli tra di loro". La CVS è stata fondata a questo scopo e lo persegue tuttora. Il presidente della CVS ha inoltre ricordato che il mandato di Cristo in favore dell'unità non si ferma davanti alle porte delle nostre chiese. "Abbiamo ricevuto il compito di andare nel mondo e recargli la pace che Cristo ha promesso a tutti gli uomini".

Un aiuto importante, ieri e oggi

Il Consigliere agli Stati on. Paul Niederberger, presidente della Missione Interna, ha evocato, durante la sua allocuzione, i primordi della più antica opera assistenziale cattolica del Paese: la Missione Interna ha ampiamente permesso l'allestimento, nelle regioni protestanti, di adeguate strutture pastorali e l'ingaggio di sacerdoti che hanno offerto una 'patria' religiosa ai cattolici giunti in regioni a loro estranee. E' vero che la situazione si è modificata nei cosiddetti "cantoni della diaspora", ma sta il fatto che le regioni periferiche o alpine continuano a necessitare di aiuti impellenti. "Il sostegno fornito dalla Missione Interna sarà necessario anche nei 150 anni a venire, forse ancor più di quel che ci immagineremmo", ha ricordato Paul Niederberger mettendo in risalto l'importanza di quest'opera assistenziale.

Una coesione responsabile in politica e in seno alla società

La Consigliera federale on. Doris Leuthard ha ripreso dal tema "Costruiamo assieme la Chiesa" la nozione di "coesione" in politica e nella società. Tale coesione fa di noi dei portatori di responsabilità. "Colui che vuole vivere in Svizzera deve far prova di un cuore aperto all'altro e d'un impegno per lo Stato, per la comunità". Lo Stato non adempie solo una funzione economica al servizio dell'insieme – altrimenti la Svizzera non sarebbe altro che una cassa di registrazione. "Riferiamo i nostri impegni a valori comuni". Ciò ci offrirà un Paese dove è bello vivere, un Paese cui si può voler bene. I valori ci impegnano pure a superare i conflitti religiosi, le ingiustizie economiche e le diatribe politiche. Potremo quindi insorgere contro "una società senza valori, i risentimenti negativi e il malcontento. Occorre costruire una società dai valori pieni, rispettosa, responsabile e solidale.". Ecco le pietre d'angolo con cui "voi costruite la Chiesa" e noi tutti "costruiamo la Svizzera". "Serbate questi valori, abbiatene cura!".

Un segnale per un avvenire comune

Dopo la S. Messa solenne, mons. Markus Büchel, l'on. Paul Niederberger e la Consigliera federale on. Doris Leuthard hanno inaugurato una scultura nel cortile dell'abbazia, realizzata dal monaco benedettino Abraham. Essa presenta, simbolicamente, il messaggio del costruire assieme la Chiesa. Un momento festivo nel cortile dell'abbazia ha fatto seguito all'atto ufficiale.

La Missione Interna e la Conferenza dei vescovi svizzeri

I due organismi – Conferenza dei vescovi e Missione Interna – sono state fondate entrambe nel 1863 per promuovere la vita della Chiesa in Svizzera. La CVS permette una migliore coordinazione tra i vescovi e la Missione Interna sostiene i cattolici delle regioni finanziariamente deboli tramite un cofinanziamento al servizio della salvaguardia delle chiese e di progetti pastorali.