Giustizia e Pace | 27.04.2017

Giustizia e Pace è per un sí alla strategia energetica 2050


SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 14.07.2016

Messaggio di mons. Felix Gmür per il 1° agosto 2016 a nome dei vescovi svizzeri


Giustizia e Pace | 05.06.2016

Referendum contro la modifica della legge sull'asilo



SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 26.12.2014

Appello anche ai responsabili politici in Svizzera


Tutti i documenti

Giustizia e Pace | Comunicato stampa | 05.06.2016

«Giustizia e Pace» si rallegra per l’accettazione della Legge sull’asilo

Referendum contro la modifica della legge sull'asilo

La Commissione «Giustizia e Pace» della CVS ha espresso un “sì-ma” di fronte alla modifica della Legge sull’asilo. Essa ritiene che i vantaggi predominino nell’insieme delle modifiche proposte. Dal punto di vista etico l’accelerazione del trattamento delle procedure d’asilo deve essere accompagnata dalla garanzia di una consulenza giuridica gratuita. È per questo motivo che «Giustizia e Pace» si rallegra del “sì” pronunciato dal popolo svizzero al riguardo della modifica della Legge sull’asilo.

Approvando questa modifica della legge, la Svizzera si è pronunciata a favore dell’accelerazione della procedura d’asilo. Il rispetto dei principi costituzionali e la garanzia di una procedura equa nei confronti dei candidati all’asilo rappresenta una necessità imperativa, dal punto di vista etico. La realizzazione concreta di queste prescrizioni dimostrerà a qual punto sia importante rispettare il diritto d’asilo come un diritto fondamentale.

Le sfide, in molti luoghi del mondo, poste dalla guerra, dalla fuga, dalle espulsioni e dall’immigrazione non possono essere risolte oggi in modo giudizioso dalla comunità internazionale se non in uno spirito di collaborazione. La chiusura su se stessi di certi paesi o di certe regioni non costituisce una soluzione accettabile. Un tale atteggiamento non rispetta il diritto fondamentale all’asilo e provoca un carico eccessivo in altri paesi. «Giustizia e Pace» si impegna dunque in favore di una procedura d’asilo che rispetti i principi costituzionali e che sia equa.

Ringraziamo tutti coloro che, con il loro impegno, difendono la causa dei richiedenti l’asilo e procurano loro un aiuto nel nostro paese.

Friborgo, 5 giugno 2016

Dr. Wolfgang Bürgstein
segretario generale di «Giustizia e Pace»