SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 08.09.2017

Message de la Conférence des évêques suisses à l’adresse des agents pastoraux, prêtres, diacres et laïcs


SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 31.07.2017

Niklaus von Flüe 2017



SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 21.05.2017

Inauguration du pavillon suisse « Prophezey » à l’exposition universelle de la Réforme à Wittenberg


Tutti i documenti

No alla diagnosi pre impianto, sì alla vita umana

SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 11.05.2015

No alla diagnosi pre impianto, sì alla vita umana

Presa di posizione riguarda alla votazione sulla DPI

I vescovi svizzeri rifiutano la modifica della Costituzione in vista dell’autorizzazione della diagnosi pre impianto (DPI).

Downloads

prospetto DPI (3.15 MB)


La popolazione svizzera si pronuncerà il 14 giugno prossimo sulla modifica della Costituzione federale destinata ad aprire la porta alla diagnosi pre impianto (DPI). I vescovi svizzeri rifiutano fermamente questa modifica della Costituzione.

La situazione di partenza è tragica: vi’è la sofferenza di una coppia suscettibile di trasmettere una malattia genetica grave. Il metodo della DPI è presentato come soluzione à questo problema reale. Tuttavia questo metodo pone più di un problema grave: con la DPI non si guarisce una malattia, ma la si evita eliminando il portatore della malattia, ciò che è ingiustificabile!

Inoltre la DPI necessita la produzione volontaria di embrioni per eseguire una selezione, il che si chiama "eugenismo liberale".

La DPI è altresì una tecnica di selezione per mezzo della quale ci si attribuisce il diritto di decidere chi merita di vivere e chi non lo merita.

La massima protezione dell’embrione umano, che deve essere considerato come una persona, è assicurata al meglio dall’attuale Costituzione federale, la quale precisa che “fuori del corpo della donna possono essere sviluppati in embrioni solo tanti oociti umani quanti se ne possono trapiantare immediatamente” (art. 119). Se questo articolo della Costituzione verrà modificato secondo quanto propone il parlamento, allora il congelamento di embrioni sarà implicitamente autorizzato. Questa cryoconservazione pone gravi problemi etici, perché lede direttamente la dignità umana.

Votare NO alla modifica della Costituzione e quindi alla DPI significa riconoscere che la dignità di ogni essere umano deve essere rispettata e preservata il più possibile nel nostro paese.

 

Per questo dibattito, i vescovi rinviano al prospetto elaborato dalla sua commissione di bioetica che può essere scaricato (qui sopra).