Messaggi

Messaggi ai fedeli

SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 16.09.2019

                          

 

 

Il mese di ottobre è mese della missione e quest’anno in modo del tutto particolare, visto che papa Francesco ha indetto per il 2019 un mese straordinario della missione universale, che divenga tempo speciale di preghiera e di riflessione sulla missio ad gentes.

Santo Padre Santo Padre | 27.05.2019

“Non si tratta solo di migranti”

29 settembre 2019

SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 21.05.2019

   

SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 21.05.2019

S.E. Mons. Pierre Bürcher
Amministratore Apostolico di Coira
 

SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 16.05.2019

In seguito di Babele

«Una parola
tira l’altra:
questo è il grande dono»
Elazar Benyoëtz
(Poeta e aforista israeliano)

SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 23.04.2019

«Nous transmettons la foi, nous transmettons l‘Eglise»

«L’Eglise catholique de Suisse en dialogue avec la jeunesse»

Santo Padre Santo Padre | 11.04.2019

Discorso del Santo Padre Francesco a conclusione dell’Incontro

"Cari fratelli e sorelle,

nel rendere grazie al Signore che ci ha accompagnato in questi giorni, vorrei ringraziare tutti voi per lo spirito ecclesiale e l’impegno concreto che avete mostrato con tanta generosità.

05.04.2019

«L’ardente aspettativa della creazione è protesa verso la rivelazione dei figli di Dio» (Rm 8, 19)

 

Santo Padre Santo Padre | 02.04.2019

Esortazione Apostolica post-sinodale del Santo Padre Francesco ai Giovani e a tutto il Popolo di Dio (25 marzo 2019)

1. Cristo vive. Egli è la nostra speranza e la più bella giovinezza di questo mondo. Tutto ciò che Lui tocca diventa giovane, diventa nuovo, si riempie di vita. Perciò, le prime parole che voglio rivolgere a ciascun giovane cristiano sono: Lui vive e ti vuole vivo!

SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 29.03.2019

Appello dei Vescovi svizzeri

Cari fratelli e sorelle,

Spesso chiudiamo gli occhi sulle guerre, gli attentati, le devastazioni e la disperazione che trasmettono le immagini giunteci dal Vicino Oriente. Da molti anni sempre la stessa cosa. Ci sembra di non intravvedere più alcuna speranza per le popolazioni di quei Paesi. Perché allora prestare particolare attenzione al destino di queste persone?