Dossier

Dossier tematici

Soggetti d'attualità, temi precisi...

Il 1° agosto la Svizzera commemora il noto Patto federale concluso nel 1291 con cui tre comunità si impegnarono ad aiutarsi reciprocamente in caso di un imminente pericolo dall’esterno. Tutti auspicavano la libertà.

Nella giornata della festa nazionale per i 600 anni del nostro santo patrono, San Nicola di Flüe, la Conferenza dei Vescovi Svizzeri ricorda con un Videomessaggio il grande mistico e pacificatore di Ranft. Anche egli era un grande amante della libertà – della vera libertà, che ritrovò nel silenzio, nella preghiera e nel rapporto con Dio.

I giovani, la fede e il discernimento vocazionale

Le decisioni della CVS attorno al tema degli abusi sessuali nel contesto ecclesiale sono vincolanti per le diocesi e gli ordini in Svizzera.

Nel suo messaggio per il 1° agosto, mons. Gmür propone di riflettere sul San Gottardo e lo assume come simbolo importante dellʼidentità nazionale. La costruzione delle strade del San Gottardo e poi della galleria di base della nuova linea ferroviaria costituiscono non solo altrettanti capolavori dʼingegneria, ma anche lʼespressione dʼun dialogo riuscito tra culture e religioni – contrariamente alla costruzione della torre di Babele nella Bibbia.

Questo dossier contiene le prese di posizione della Conferenza dei vescovi svizzeri e della sua Commissione di bioetica riguardante la diagnosi preimpianto (DPI) e la sua introduzione in Svizzera.

L'8 dicembre 2015 il papa Francesco ha aperto a Roma l'Anno Santo, indetto come "giubileo straordinario della Misericordia". Nella bolla d'indizione "Misericordiae Vultus", il papa sottolinea che "la misericordia del Figlio di Dio non conosce confini e raggiunge tutti senza escludere nessuno". Per questa ragione l'anno giubilare, su disposizione del Santo Padre, non viene celebrato soltanto a Roma ma nel mondo intero. Nell'allegato dossier abbiamo riunito i links che informano sull'anno giubilare nelle sei diocesi e due abbazie territoriali della Svizzera.

L’évêque de Coire, Mgr Vitus Huonder, a donné une conférence sur le thème «Le mariage - un cadeau, un sacrement et une mission», le 31 juillet 2015 lors du congrès «La joie dans la foi» du Forum des catholiques allemands. Dans ce cadre, il a abordé l’homosexualité du point de vue biblique et a cité deux passages de l’Ancien Testament tirés du Lévitique, qui qualifient les rapports entre personnes de même sexe «d’abominations» (Lv 18,22 et 20,13) qui sont à sanctionner de «mise à mort» (Lv 20,13). Suite aux virulentes critiques exprimées dans l’opinion publique, Mgr Huonder a diffusé deux prises de position écrites dans lesquelles il a exprimé ses regrets au sujet des malentendus qu’il a provoqués à cause des explications insuffisantes données sur ces citations. Jusqu’à présent, quatre membres de la CES ont réagi en prenant personnellement position sur la vision chrétienne de l’homosexualité. Ces différents points de vue sont accessibles dans le présent dossier.

In occasione della Festa Nazionale svizzera del Primo d'agosto, i Vescovi svizzeri hanno ritenuto opportuno indirizzare ai fedeli un messaggio, che sottolinei in particolare le radici cristiane della Svizzera. L'occasione è offerta anche dalla celebrazione dei 1500 anni dell’Abbazia di Saint-Maurice, che con la sua esistenza ininterrotta, incarna una grande storia di fedeltà.

Su identità, convivenza, esclusione

L'omelia del mons. Markus Büchel, le allocuzioni della Consigliera federale Doris Leuthard e del presidente della MI sig. Paul Niederberger come pure alcune foto