SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | Comunicato stampa | 05.01.2011

Una delegazione della Chiesa cattolica in Svizzera in Iran

Dal 7 al 14 gennaio 2011, il Gruppo di lavoro “Islam” della CVS si recherà in Iran. Lo scopo del viaggio è duplice: rinforzare il dialogo tra musulmani e cristiani e manifestare sostegno alle minoranze cristiane.

Downloads

Armut und Menschenrechte (1.91 MB)


Foto
Dom

Link

Website


Zugeordnete Objekte

Gruppo di lavoro Islam


La delegazione del Gruppo “Islam”, composto da sette persone e diret-to da mons. Pier Giacomo Grampa, vescovo di Lugano, si recherà nell’ordine a Teheran, Qom e Mashhad. Colloqui e incontri si articoleranno attorno al tema della dignità umana nell’islam e nel cristianesimo. Un accento particolare sarà posto sulle minoranze religiose, sia nelle società secolarizzate, sia in quelle confessionali. In questo senso, la delegazione renderà visita ai rappresentanti cristiani sul luogo per farsi un’idea della situazione e manifestare solidarietà ai fedeli di ogni confessione cristiana.

Questo viaggio è la risposta all’invito dell’Organizzazione per la cultura e le relazioni islamiche (ICRO) e si iscrive, dal 2005, come il quarto scambio tra il Gruppo “Islam” ed i suoi ospiti iraniani. L’obiettivo della visita è lo scambio su questioni teologiche fondamentali e la promozione del dialogo interculturale ed interreligioso.

Il Gruppo di lavoro “Islam” esiste dal 2001. Si impegna nel dialogo tra i cristiani ed i musulmani e consiglia le persone impegnate nella pastorale a proposito di questioni interreligiose.

Friborgo, 5 gennaio 2011

Walter Müller
Incaricato dell’informazione della CVS