@SBK-CES-CVS

SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | Comunicato stampa | 12.05.2020

Ripresa delle funzioni religiose pubbliche

Liebe Medienschaffende

 

Gerne orientieren wir Sie darüber, dass Bischof Felix Gmür, Präsident der Schweizer Bischofskonferenz, dem Bundesrat einen Brief zugestellt hat, worin er die Zulassung von öffentlichen Gottesdiensten ab dem 21. Mai 2020 ersucht.

*****************************************************************************

Gentile Signora Presidente della Confederazione,

Egregi Signori Consiglieri federali,

Egregio Signor Cancelliere della Confederazione,

 

a nome della CVS vi ringrazio per il vostro coraggioso e prudente agire nell’attuale crisi di coronavirus. Le nostre Chiese hanno sempre sostenuto le vostre misure di protezione e le hanno trasmesse, in piena consapevolezza e coscienza, a tutti i fedeli, anche se la proibizione delle celebrazioni nella Settimana Santa e a Pasqua per molte persone è stata difficile da sopportare.

Il fatto che dall’11 maggio molte attività siano nuovamente possibili e aperte, mentre le celebrazioni religiose rimangano proibite, non è però più tollerabile. Per centinaia di migliaia di persone le celebrazioni religiose settimanali sono un’esigenza esistenziale. Queste persone hanno bisogno di una prospettiva.

Per questo motivo, mi permetto di chiedervi che dall’Ascensione (21 maggio) o al più tardi dalla Pentecoste (31 maggio) le celebrazioni religiose pubbliche siano nuovamente autorizzate. Le corrispondenti misure di protezione sono adeguate anche per grandi manifestazioni e sono ormai pronte; distanza e igiene possono essere garantite.

Con i più sentiti ringraziamenti e i più cordiali saluti

 

+ Felix Gmür

Vescovo di Basilea, Presidente della CVS

 

P.S.: nelle stesse date hanno luogo anche le feste religiose di Shavuot e di Eid al-Fitr.

 

Friburgo, 12 maggio 2020