Preparazione della visita «ad limina apostolorum»

SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | Comunicato stampa | 27.11.2014

Preparazione della visita «ad limina apostolorum»

La CVS si è ritrovata dal 24 al 26 novembre 2014 al Centro San Francesco a Delémont (JU) per la sua 306ª assemblea ordinaria.

I membri della Conferenza dei vescovi svizzeri (CVS) si recheranno a Roma dal 1° al 5 dicembre 2014, dove incontreranno papa Francesco e i suoi collaboratori. In occasione della loro assemblea a Delémont, essi hanno svolto gli ultimi preparativi per la loro visita «ad limina apostolorum», che inizierà il lunedì 1° dicembre con una messa dei Vescovi alla tomba dell’apostolo Pietro. In seguito il programma prevede un’udienza con il papa Francesco, cui si succederanno numerosi incontri con i superiori dei diversi dicasteri della curia romana. Ci saranno pure, in questo pellegrinaggio, ulteriori celebrazioni alla tomba di Paolo nella basilica di San Paolo fuori le Mura, nella basilica di San Giovanni in Laterano e nella basilica di Santa Maria Maggiore.

Gli incontri servono a una migliore comprensione reciproca e rafforzano il vincolo dell’unità. I membri della CVS avranno colloqui in 21 congregazioni e consigli pontifici. I Vescovi svizzeri si recano regolarmente a Roma per le visite «ad limina»: l’ultima volta nel 2005/2006.

Una cattiva decisione

I Vescovi svizzeri mettono in guardia dall’ammorbidimento della legislazione sulla protezione della vita umana. Eliminando le divergenze con il Consiglio degli Stati, il Consiglio nazionale ha finalizzato, all’inizio della settimana, il progetto di ammissione della diagnosi preimpianto (DPI) che sarà così sottoposta al voto del popolo. Se la modifica della Costituzione necessaria per questa ammissione deve obbligatoriamente essere sottoposta al popolo, la revisione della Legge sulla procreazione medicalmente assistita è invece sottoposta solo a referendum facoltativo. I Vescovi sono convinti che l’ammis-sione della DPI sia una cattiva decisione.

Una società non è umana nel vero senso del termine se non quando si dimostra capace di accordare piena dignità e totale protezione a ogni essere umano, che sia forte o debole, grande o piccolo, malato o in salute. Forte di questo principio umano e conforme al Vangelo, la Chiesa cattolica si rifiuterà sempre di considerare la scelta, la selezione e l’eliminazione degli esseri umani come un progresso. Essa si impegna, al contrario, in favore di soluzioni tecniche che rispettino la vita umana nella sua integralità.

Voler impedire con tutti i mezzi la nascita di persone handicappate rimette in questione la dignità di quelle che oggi sono viventi. I Vescovi desiderano sostenere tutte le forze che si impegnano a favore del mantenimento e del rafforzamento di una cultura della vita che corrisponda alla dignità dell’essere umano.

Colloqui sul Sinodo dei vescovi

Il presidente della CVS, mons. Markus Büchel, ha partecipato all’Assemblea generale straordinaria del Sinodo dei vescovi, che si è tenuto dal 5 a 19 ottobre. Tema generale: “Le sfide pastorali sulla famiglia nel contesto dell’evangelizzazione”.

Mons. Markus Büchel ha informato i membri della CVS a proposito dello svolgimento del sinodo. I risultati pubblicati ne sono il messaggio: la relatio synodi e il discorso di chiusura di papa Francesco; questi documenti serviranno da punto di partenza per la preparazione dell’assemblea generale ordinaria che avrà luogo nell’ottobre 2015.

I membri della CVS hanno parlato del Sinodo dei vescovi che si è concluso e del prossimo, già in programma. Essi sono convinti che occorra ora “lasciar maturare, con un autentico discernimento spirituale, le idee proposte fino al prossimo sinodo”, come ha detto pure papa Francesco nel suo discorso di chiusura.

Emergenza impressionante nel nord dell’Irak

Roberto Simona, direttore delle ricerche per l’islam e le minoranze cristiane dell’opera assistenziale “Aiuto alla Chiesa che Soffre”, membro del gruppo di lavoro “Islam” della CVS, ha informato l’assemblea della CVS a proposito del suo viaggio nel mese di ottobre nel nord dell’Irak. Al centro del suo esposto, l’emergenza umanitaria impressionante della minoranza cristiana e di altre minoranze. La CVS è in contatto con le Chiese cristiane del nord dell’Irak e cerca i mezzi per aiutarle al meglio in questa difficile situazione. Le persone espulse non hanno bisogno solo di un aiuto immediato, occorre loro anche la prospettiva di un’esistenza sicura in Irak.

Giornata dei presbiteri

I Vescovi e gli abati territoriali invitano a una “giornata dei presbiteri” il 9 novembre 2015. I presbiteri, diocesani e religiosi, saranno invitati a Einsiedeln, a Saint-Maurice e a Lugano, secondo la regione linguistica. La ragione di questa giornata di incontro è il 50° dell’entrata in vigore del decreto conciliare “Presbyterorum ordinis” (“Sul ministero e la vita dei presbiteri”). L’invito a questa giornata perverrà ai preti nell’estate del 2015, con tutte le informazioni utili quanto a programma e svolgimento.

Anno della Vita consacrata

L’anno che papa Francesco ha dedicato alla vita consacrata si aprirà in Svizzera il 29 novembre 2014 a Einsiedeln. Per quest’occasione, i Vescovi e gli abati territoriali della Svizzera indirizzano una lettera alle religiose e ai religiosi. Con grande riconoscenza, essi ritengono che la vita religiosa sia un elemento importante, insostituibile, vitale della Chiesa in Svizzera.

In breve

  • I membri della CVS hanno fatto il punto della situazione riguardo alle discussioni con l’Alleanza “Es reicht! (Ça suffit!)”. La presidenza della CVS e il Vescovo di Coira continueranno insieme il dialogo con l’Alleanza.
  • La CVS si congratula con l’Università di Friborgo per il suo 125° anniversario di fondazione. L’Università di Friborgo è stata fondata dai cattolici della Svizzera con lo statuto di università cantonale; essa ha pure una facoltà di teologia. La colletta della prossima domenica testimonia la continuazione dell’impegno della Chiesa cattolica a favore dell’Università. Questa colletta permette di offrire corsi e seminari di etica agli studenti di tutte le facoltà.

Incontri

L’arcivescovo Diego Causero, nunzio apostolico in Svizzera, ha reso visita amichevole all’assemblea della CVS. Era accompagnato da mons. Mario Codamo, segretario della nunziatura a Berna.

Delémont, 26 novembre 2014

Conferenza dei Vescovi svizzeri
Walter Müller, incaricato dell’informazione