SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 05.07.2017

Sinodo dei giovani 2018



SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 28.06.2017

Conférence des évêques suisses CES - Fédération des Églises protestantes de Suisse FEPS - Conférence des Églises réformées de Suisse romande CER - Église catholique-chrétienne de Suisse ECS


SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 01.06.2017

Assemblée de la Conférence des évêques suisses (CES) à Einsiedeln



Tutti i documenti

Premio dei Media 2013

Comunicato stampa | 11.06.2013

Il film “Cronaca di una morte dimenticata” di Pierre Morath vince il Premio cattolico dei Media 2013

Il premio cattolico dei Media 2013, attribuito dalla Commissione per la comunicazione e i media della CVS, è assegnato al realizzatore ginevrino Pierre Morath per il suo documentario: “Cronaca di una morte dimenticata”.

L’isolamento totale delle persone fino alla morte e anche al di là, costituisce il tema del documentario di Pierre Morath, premiato dalla giuria. Riporta la storia di Michel Christen, trovato morto nel 2005 nel suo piccolo appartamento a Ginevra. Il suo corpo era completamente decomposto. Christen era deceduto in un quartiere residenziale della città 28 mesi prima, all’età di 53 anni. Né la famiglia né i vicini né le autorità e nemmeno le istituzioni sociali hanno mai cercato di avere notizie di questo beneficiario dell’aiuto sociale; mai nessuno è andato alla sua ricerca.

Il film di Morath interpella vivamente e ci mette a confronto con questioni spiacevoli: come viviamo gli uni con gli altri? A quale punto la sorte dei nostri concittadini ci sta a cuore? Viviamo gli uni accanto agli altri piuttosto che gli uni con gli altri? Per il p. Willi Anderau, cappuccino e presidente della giuria del Premio cattolico dei Media, il film di Morath va più lontano: “Morath non emette giudizi morali e non accusa nessuno. Pone semplicemente la questione centrale contenuta nella parabola del Buon Samaritano: ‘chi è il mio prossimo?’. E’ questo che rende il film così forte”.

Oltre all’opera sopramenzionata, era stato considerato tra i lavori finalisti il reportage della giovane giornalista Anna Miller: “Madame Huber trasloca” (pubblicato nella rivista * zalle).

Il Premio cattolico dei Media è dotato di Fr. 40'000.--. La consegna ufficiale del premio avrà luogo il 19 giugno, ore 18.30, al centro CARE a Ginevra. Proprio là dove Michel Christen aveva ritrovato un po’ di se stesso, prima della sua morte.

Premio “Good News”

Anche quest’anno, i media cattolici hanno attribuito il Premio “Good News” – uno per ogni regione linguistica –, dotato di Fr. 1'000.--, al fine di ricompensare le persone o le istituzioni che nel 2012 hanno suscitato echi positivi nei media. I vincitori sono stati designati dal pubblico dei media ecclesiali.

Per la Svizzera italiana, il Premio è stato assegnato al monastero delle Clarisse di San Francesco e Santa Chiara di Cademario.

In Svizzera tedesca, il Premio è stato attribuito a Sabine Rüthermann e Gabi Ceric: entrambi contribuiscono a gestire la pagina Facebook della Diocesi di San Gallo; sono stati premiati per la riuscita della loro presenza nei media sociali.

Per la Svizzera romanda, il Premio è stato vinto dal Canonico Guy Luisier, che, in Congo da un anno, riporta la sua esperienza nel suo blog “Une colline au Congo”, che si può leggere nel portale cattolico cath.ch.

Questo premio sarà pure consegnato il 19 giugno a Ginevra.

Friborgo, 11 giugno 2013