29.11.2018

La 322e assemblée ordinaire de la Conférence des évêques suisses (CES) s’est déroulée du 26 au 28 novembre au séminaire St-Luzi à Coire.


Giustizia e Pace | 19.11.2018

Octobre 2018



SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 07.11.2018

Pour la première fois, juifs, chrétiens et musulmans publient une déclaration commune sur les réfugiés.


SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 01.10.2018


Tutti i documenti

SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | Comunicato stampa | 05.06.2016

Conseguenze negative per la protezione della vita umana

Mons. Charles Morerod, presidente della CVS, sul “sì” alla Legge sulla procreazione medicalmente assistita

Il “sì” del popolo svizzero ha delle conseguenze che deploriamo. Questa legge compromette la protezione integrale dell’essere umano dal suo inizio alla sua fine, dal concepimento alla morte naturale. I vescovi svizzeri deplorano specialmente l’introduzione allargata della diagnostica preimpiantatoria (DPI).

In numerosi casi, si sopprimeranno degli embrioni che sono probabilmente portatori di una malattia, invece di prendersi cura di queste vite. La ricerca medica, di cui conosciamo tutti i benefici, è chiamata ad essere creativa e innovatrice, al fine di trovare i mezzi migliori per accogliere ogni vita e guarire le malattie.

Ci teniamo a ripetere alle persone handicappate che noi crediamo nella loro piena dignità e che ci rallegriamo del fatto che molte persone le aiutino a vivere. Il riconoscimento della piena dignità di ciascun essere umano, anche del più svantaggiato, è essenziale in una società giusta, come dice del resto anche il preambolo della Costituzione federale: “La forza della comunità si misura sul benessere del più debole dei suoi membri”.

 

Friborgo, 5 giugno 2016

Charles Morerod, Vescovo di Losanna, Ginevra
e Friborgo, Presidente della CVS