SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 31.07.2017

Videomessaggio per il 1° agosto per l’inizio del pellegrinaggio a Flüeli Ranft


SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 05.07.2017

Sinodo dei giovani 2018



SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 28.06.2017

Conférence des évêques suisses CES - Fédération des Églises protestantes de Suisse FEPS - Conférence des Églises réformées de Suisse romande CER - Église catholique-chrétienne de Suisse ECS


SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 01.06.2017

Assemblée de la Conférence des évêques suisses (CES) à Einsiedeln


Tutti i documenti

SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | Comunicato stampa | 07.08.2007

Lettera aperta sull’attuale situazione ecumenica

In una lettera aperta pubblicata oggi sul sito internet della Conferenza dei vescovi svizzeri (CVS - www.sbk-ces-cvs.ch), il Presidente della CVS, Mons. Kurt Koch, si rivolge al Presidente del Consiglio della Federazione delle Chiese protestanti della Svizzera, il Pastore Thomas Wipf, circa l’attuale situazione ecumenica in Svizzera.

Il documento recentemente pubblicato dalla Congregazione vaticana per la Dottrina della fede riguardo alla dottrina sulla Chiesa e le prese di posizione in parte caratterizzate da delusione che l’hanno seguito, in ispecie da parte evangelico-riformata, offrono l’occasione di questa lettera aperta. Il documento del Vaticano ha suscitato irritazione in campo ecumenico, che Mons. Koch deplora e che lo addolora. D’altra parte, va detto che in certi casi le irritazioni ecumeniche sono state provocate anche da parte riformata.

Nella vita di tutti i giorni, le Comunità di fede sorte dalla Riforma sono evidentemente considerate come Chiese. Occorre tuttavia permettere ai cattolici di dibattere sulla comprensione specificamente teologica della Chiesa al di là dell’ecumenismo vissuto. Tale consapevolezza si distingue in particolare dalla visione riformata nelle questioni che toccano il ministero sacramentale dell’Ordine e la Successione apostolica. Le Chiese evangelico-riformate, da parte loro, non si autocomprendono come Chiese nello stesso senso della Chiesa cattolica.

La Chiesa cattolica si prefigge con decisione di proseguire nel necessario dialogo ecumenico. I due aspetti – ecumenismo vissuto e dibattito teologico – sono entrambi indispensabili. Mons. Koch si augura che le Chiese riformate in Svizzera restino in dialogo con la Chiesa cattolica, per proseguire d’intesa sul cammino ecumenico sin qui percorso. Il progresso sulla via dell’ecumenismo non è reversibile. Tanto più importante quindi discutere assieme anche delle differenze.

Friburgo, 7 agosto 2007

Conferenza dei vescovi svizzeri (CVS)
don Felix Gmür, Segretario generale
Avenue du Moléson 21, casella postale 122
1700 Friburgo / Svizzera
Tel. ++41 26 322 47 94, www.sbk-ces-cvs.ch