Das Team des SPI bei der Sichtung der Fragebögen: (v.l.) Dr. Urs Winter-Pfändler - Wissenschaftlicher Mitarbeiter, Simon Foppa – Wissenschaftlicher Mitarbeiter, Daniela Baldi – Institutssekretärin, Judith Albisser – Wissenschaftliche Mitarbeiterin, Dr. Arnd Bünker – Institutsleiter SPI (Foto: Sabine Rüthemann)

Servizio d'informazione | Comunicato stampa | 02.01.2014

“Inizio di un’approfondita cultura del dialogo”

Importante partecipazione alla consultazione lanciata dalla Chiesa cattolica in Svizzera

I cattolici in Svizzera erano invitati a rispondere, dal 1° al 31 dicembre, a un questionario sulla pastorale matrimoniale, familiare e della vita di coppia. Più di 23'000 questionari compilati sono stati inviati all’Istituto di sociologia pastorale (ISP). Questa cifra va ben al di là delle attese. La valutazione delle risposte comporterà mesi di lavoro.

Ai collaboratori dell’ISP spetta il delicato compito di valutare tutte le risposte registrate, in vista della stesura di un rapporto completo. “Constatiamo l’inizio di una cultura approfondita del dialogo sulle questioni concernenti la pastorale matrimoniale, familiare e della vita di coppia”, precisa Arnd Bünker, direttore dell’ISP, che segue questa consultazione in collaborazione con il Presidente ed il segretariato generale della CVS.

Verso una nuova comunicazione in seno alla Chiesa

La consultazione pastorale è stata un successo: essa inaugura una nuova forma di comunicazione tra i fedeli e i responsabili della Chiesa in Svizzera. Occorre constatare che la Chiesa ha perso, in relazione a numerosi temi della società, il contatto con i fedeli. Questo processo intende instaurare nuovamente questo legame di fiducia. “Sono stati molti i fedeli a dirsi positivamente sorpresi nel vedere il papa interessarsi della loro situazione concreta”, ricorda Arnd Bünker. “Si constata, per esempio, che le persone più anziane sono combattute tra la volontà di trasmettere la fede e la consapevolezza di una società pluralista che aspira a una sempre maggiore libertà individuale di fede e di coscienza. È dunque nostro dovere descrivere questa realtà in modo esaustivo”, conclude il responsabile dell’ISP.

La consultazione è stata lanciata da papa Francesco in vista del Sinodo straordinario sulla famiglia, che si terrà nell’ottobre di quest’anno. I risultati parziali dell’inchiesta saranno presentati in conferenza stampa il 4 febbraio 2014 a Berna.

Friborgo-San Gallo, 2 gennaio 2014