SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 08.09.2017

Assemblée de la Conférence des évêques suisses (CES) à St. Niklausen


SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 06.09.2017

5e session de discussions entre l’Organisation pour la culture et les relations de l’Islam et la Commission pour le Dialogue avec les Musulmans de la Conférence des évêques suisses du 26 au 31 août 2017 en Iran.


Giustizia e Pace | 01.09.2017

La Commissione nazionale Giustizia e Pace motiva il suo SIʼ alla riforma della previdenza vecchiaia 2020 dal profilo dell'etica sociale


Tutti i documenti

SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | Comunicato stampa | 23.02.2011

I rappresentanti degli ordini religiosi in Svizzera sollevano il tema degli abusi

Comunicato stampa

Lunedì 21 febbraio 2011, i superiori e le superiore degli ordini religiosi si sono chinati, in occasione di una sessione a Zurigo, sul tema degli abusi sessuali. All’origine di questa riunione: la Conferenza delle Unioni dei religiosi/religiose e degli Istituti secolari in Svizzera (KOVOSS’CORISS) ed il Padre Abate Martin Werlen, responsabile del gruppo di esperti della CVS “Abusi sessuali nel quadro della pastorale”.

A Zurigo, Padre Abate Martin Werlen ha accolto 74 superiori religiosi di tutte le regioni linguistiche della Svizzera per una sessione sul tema degli   abusi sessuali. Sono intervenuti anche alcuni membri del gruppo di esperti della CVS, incaricati a questo scopo: la sig.ra Eva Regina Weller, terapeuta per le vittime (“Cosa succede quando c’è un abuso sessuale? Il punto di vista dell’abusato”); il sig. Nico Bischoff, terapeuta degli autori di abusi sessuali (“Cosa succede quando c’è un abuso sessuale? Il punto di vista di colui che abusa”); il Padre Abate Martin Werlen (“Gestire i casi di abuso sessuale – Rapporti dettati dall’esperienza”); il sig. Adrian von Kaenel (“A chi la responsabilità? Un approccio giuridico”); il sig. Iwan Rickenbacher (“Il mondo dei media”).

Nel corso della sessione, la sensibilizzazione si è articolata attorno ad   esempi concreti. La presa a carico della responsabilità all’interno di una problematica ancora molto tabù presuppone un dibattito fondamentale sulla questione – pure nelle differenti comunità. Ogni comunità è chiamata a fare in modo che gli abusi sessuali non siano più un tema tabù nella Chiesa. Questo si riflette in modo particolare nell’attenzione alle vittime. La comunità porta pure la responsabilità per gli autori. I confratelli e le consorelle degli ordini religiosi devono essere responsabilizzati verso il problema, affinché le persone che hanno subito un abuso trovino alle porte del monastero dei partner aperti al dialogo, coi quali possano confidarsi.

I numerosi partecipanti, la costernazione di fronte a questa questione e l’apertura nel dialogo sono stati i segni chiari della volontà dei religiosi e delle religiose di affrontere in modo determinato questa dolorosa problematica.

Zurigo, 23 febbraio 2011

Padre Abate Martin Werlen OSB
Responsabile del gruppo di esperti CVS
“Abusi sessuali nel quadro della pastorale”