SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 08.09.2017

Assemblée de la Conférence des évêques suisses (CES) à St. Niklausen


SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 06.09.2017

5e session de discussions entre l’Organisation pour la culture et les relations de l’Islam et la Commission pour le Dialogue avec les Musulmans de la Conférence des évêques suisses du 26 au 31 août 2017 en Iran.


Giustizia e Pace | 01.09.2017

La Commissione nazionale Giustizia e Pace motiva il suo SIʼ alla riforma della previdenza vecchiaia 2020 dal profilo dell'etica sociale


SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 31.07.2017

Videomessaggio per il 1° agosto per l’inizio del pellegrinaggio a Flüeli Ranft


Tutti i documenti

Giustizia e Pace | Comunicato stampa | 05.06.2016

«Giustizia e Pace» si rallegra per l’accettazione della Legge sull’asilo

Referendum contro la modifica della legge sull'asilo

La Commissione «Giustizia e Pace» della CVS ha espresso un “sì-ma” di fronte alla modifica della Legge sull’asilo. Essa ritiene che i vantaggi predominino nell’insieme delle modifiche proposte. Dal punto di vista etico l’accelerazione del trattamento delle procedure d’asilo deve essere accompagnata dalla garanzia di una consulenza giuridica gratuita. È per questo motivo che «Giustizia e Pace» si rallegra del “sì” pronunciato dal popolo svizzero al riguardo della modifica della Legge sull’asilo.

Approvando questa modifica della legge, la Svizzera si è pronunciata a favore dell’accelerazione della procedura d’asilo. Il rispetto dei principi costituzionali e la garanzia di una procedura equa nei confronti dei candidati all’asilo rappresenta una necessità imperativa, dal punto di vista etico. La realizzazione concreta di queste prescrizioni dimostrerà a qual punto sia importante rispettare il diritto d’asilo come un diritto fondamentale.

Le sfide, in molti luoghi del mondo, poste dalla guerra, dalla fuga, dalle espulsioni e dall’immigrazione non possono essere risolte oggi in modo giudizioso dalla comunità internazionale se non in uno spirito di collaborazione. La chiusura su se stessi di certi paesi o di certe regioni non costituisce una soluzione accettabile. Un tale atteggiamento non rispetta il diritto fondamentale all’asilo e provoca un carico eccessivo in altri paesi. «Giustizia e Pace» si impegna dunque in favore di una procedura d’asilo che rispetti i principi costituzionali e che sia equa.

Ringraziamo tutti coloro che, con il loro impegno, difendono la causa dei richiedenti l’asilo e procurano loro un aiuto nel nostro paese.

Friborgo, 5 giugno 2016

Dr. Wolfgang Bürgstein
segretario generale di «Giustizia e Pace»