Giustizia e Pace | Comunicato stampa | 06.12.2011

Attentati ai diritti dell’uomo nella vita quotidiana

Comunicato stampa della CVS, della Federazione delle Chiese protestanti (FCPS) e della Chiesa cattolica cristiana svizzera (CCCS)

I diritti umani sono pressoché scontati da noi – ed è per questo che spesso non sono riconosciuti nella vita quotidiana. In occasione della Giornata dei diritti dell’uomo, le Chiese cristiane della Svizzera lanciano un appello affinché si vegli attentamente sui diritti dell’uomo nella nostra attività quotidiana.

Per le Svizzere e gli Svizzeri i diritti dell’uomo sono un fatto scontato. Schiavitù, tortura e pena di morte sono stati aboliti e sono più che altro considerate questioni che riguardano altre parti del mondo. Una simile concezione può però essere erronea. Anche da noi capitano spesso attentati ai diritti dell’uomo. Ma siccome essi si nascondono nella vita quotidiana, spesso non sono percepiti come tali: ciò che è divenuto abitudine non ci colpisce più.

Per la Giornata dei diritti dell’uomo del 10 dicembre, le Chiese cristiane lanciano un appello, affinché si vegli attentamente, nel nostro contatto quotidiano con altri esseri umani, sulla loro dignità e sui loro diritti fondamentali. È importante anche interrogarsi sulle nostre abitudini e sulle loro conseguenze per altri esseri umani in altre parti del mondo.

I cristiani sanno che l’essere umano è ad immagine di Dio. Questa convinzione si unisce alla concezione dei diritti dell’uomo, secondo i quali la dignità di tutti gli esseri umani è inalienabile e degna di protezione assoluta. “Evidenziare il fatto di essere ad immagine di Dio ha la precedenza su ogni morale umana ed ogni regolamentazione, e fissa un limite invalicabile per tutte le ordinanze e tutti i giudizi umani”, recita la Dichiarazione comune della FCPS, della CVS e della CCCS.

La Dichiarazione può essere scaricata dal sito di Giustizia e Pace: www.juspax.ch.

----------------

 Walter Müller (CVS) - tel. 079 446 39 36
Katia Aeby (Giustizia e Pace) - tel. 031 382 01 29
Simon Weber (FCPS) - tel. 078 739 58 53
Maja Weyermann (CCCS) - tel. 031 352 83 10