SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 08.09.2017

Assemblée de la Conférence des évêques suisses (CES) à St. Niklausen


SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 06.09.2017

5e session de discussions entre l’Organisation pour la culture et les relations de l’Islam et la Commission pour le Dialogue avec les Musulmans de la Conférence des évêques suisses du 26 au 31 août 2017 en Iran.


Giustizia e Pace | 01.09.2017

La Commissione nazionale Giustizia e Pace motiva il suo SIʼ alla riforma della previdenza vecchiaia 2020 dal profilo dell'etica sociale


Tutti i documenti

Einsiedeln - Gottesdienst - 31.05.2017 - Photo : EBL

SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | Comunicato stampa | 01.06.2017

Consolidamento della pastorale dei migranti

Assemblea ordinaria della CVS - Einsiedeln

La 316ª assemblea ordinaria della CVS si è tenuta dal 29 al 31 maggio nell’abbazia benedettina di Einsiedeln.

Consolidamento della pastorale dei migranti

Un buon terzo dei cattolici che vivono in Svizzera ha alle spalle una storia di migrazione. La diversità delle loro lingue, tradizioni e culture costituisce un arricchimento costante della vita della Chiesa cattolica in Svizzera. I membri della CVS sono coscienti che, molto spesso, realizzazioni molto belle sono dovute all’iniziativa personale della pastorale dei migranti o della pastorale delle parrocchie e ringraziano tutte queste persone per il loro sostegno e il loro impegno.

La CVS ha confermato che il tema della migrazione è di grande importanza per la società e per la Chiesa. È un tema complesso e dev’essere affrontato a tutti i livelli della Chiesa e da differenti punti di vista. Per consolidare anche da un punto di vista organizzativo la questione della pastorale dei migranti, la CVS ha deciso di creare una nuova commissione autonoma “Migrazione” nel settore “Pastorale”. La commissione sarà incaricata di questioni molto specifiche della pastorale dei migranti e dei suoi aspetti operativi (p.es. pianificazione del personale, occupazione dei posti, ecc.). Le questioni sociali, politiche o etiche legate alla migrazione restano integrate nel settore “Società” della commissione Giustizia e Pace. Mons. Jean-Marie Lovey, membro responsabile per la CVS e presidente designato della commissione “Migrazione”, potrà così porre delle priorità chiare e strutturare la collaborazione tra le numerose istanze coinvolte. La nomina dei membri della commissione è prevista per la prossima seduta della CVS.

Parallelamente la CVS e la Conferenza centrale cattolica romana della Svizzera (RKZ) hanno adottato, in occasione dell’ultima seduta del Consiglio di cooperazione del 9 maggio 2017, una proposta comune di progetto per un “Concetto globale della pastorale dei migranti”. Il progetto prevede di sviluppare una concezione comune sul tema e sulla sua importanza, di elaborare un concetto pastorale globale a lungo termine che favorisca la coabitazione tra “autoctoni” e “allofoni” e di chiarire la missione, l’organizzazione e il finanziamento del servizio “migratio”. Affinché il progetto possa decollare, occorre l’accordo delle assemblee plenarie della CVS e della RKZ. La CVS ha già approvato il progetto ad Einsiedeln. La RKZ metterà questo punto all’ordine del giorno della sua prossima assemblea plenaria.

La CVS ha pure prolungato il mandato di coordinatore della pastorale polacca in Svizzera al Padre Krysztof Wojtkiewicz fino ad agosto 2018.

 

Nuova traduzione del “Padre nostro” in francese

La preghiera del “Padre nostro” è stata adattata secondo l’ultima traduzione liturgica francese della Bibbia, datata del 2013. La sesta invocazione è stata riformulata: non si dirà più “Non ci indurre in tentazione” bensì “E non ci abbandonare alla tentazione” (“Et ne nous laisse pas entrer en tentation” ).

La CVS ha deciso di introdurre la nuova traduzione francese del “Padre nostro” nella liturgia a partire dalla 1ª domenica di Avvento 2017 (3 dicembre 2017). Questo adattamento è valido per tutti i paesi francofoni [1].

 

Il cahier des charges della commissione pastorale è stato adottato

Nell’ambito dello sviluppo organizzativo della CVS, il Consiglio missionario cattolico svizzero (CMCS) sarà sciolto, ma il tema della “Missione” rimane nel settore “Pastorale”. La CVS ha deciso di integrare il settore “Missione” tra i temi della commissione pastorale, invece di creare, come supposto in un primo tempo, una sotto-commissione “Missione”. A questo scopo occorrerà nominare, in seno alla commissione pastorale, un membro supplementare che sia in possesso del necessario bagaglio di conoscenze in materia.

 

Nuovo gruppo di esperti Palliative Care

Lanciando un servizio specializzato in cure palliative, la CVS ha fatto, un anno fa, un passo concreto nella direzione di un rafforzamento della pastorale cattolica nel sistema della salute pubblica. La prima responsabile di questo servizio è, già da inizio 2017, la teologa Jeanine Kosch-Vernier. Un gruppo di esperti in cure palliative deve aiutare la responsabile nel suo lavoro e migliorare la messa in rete in quest’ambito.

La CVS ha nominato in questo gruppo di esperti le persone seguenti:

  • Wolfgang Bürgstein, commissione Giustizia e Pace
  • Tatjana Disteli, cappellana d’ospedale
  • Annette Meyer, CHUV Losanna
  • Lisa Palm, gruppo di esperti Pastorale palliative.ch
  • Simon Peng-Keller, Università di Zurigo
  • Doris Rey-Meier, commissione di bioetica
  • Johannes Utters, Clinical Pastoral Training CPT
  • Andreas Zimmermann, Associazione dei cappellani d’ospedale

 

Il responsabile del settore della salute in seno alla CVS è il vescovo ausiliare Marian Eleganti.

 

Amoris Laetitia

In seguito alla giornata interna di studi sull’Amoris Laetitia del 9 marzo 2017, la Commissione pastorale ha preparato un documento che è oggetto di intense discussioni in seno alla CVS. Questo documento sarà rielaborato prima di essere sottoposto di nuovo alla prossima assemblea ordinaria.

Mandato di mons. Vitus Huonder

La CVS ha preso atto che le dimissioni di mons. Vitus Huonder, accettate da Papa Francesco, diverranno effettive da Pasqua 2019. Prolungamenti di questo tipo non sono inusuali. I suoi confratelli rivolgono, a lui e alla sua diocesi, i migliori auguri.

 

Il delegato stampa va in pensione

Walter Müller, delegato stampa della CVS dal 2006, entra in pensionamento anticipato dalla fine di maggio. I membri della CVS lo ringraziano per la sua inalterata lealtà e rivolgono, a lui pure, i loro migliori auguri per tanti giorni, ormai un po’ più tranquilli.

 

Trasmissione della celebrazione eucaristica della CVS

Il 31 maggio 2017 la CVS ha trasmesso in diretta su Radio Maria, per la prima volta, la messa che i suoi membri concelebrano ogni giorno. La trasmissione è pure stata riproposta dai portali cattolici di diverse regioni linguistiche. La CVS continuerà a trasmettere in diretta, nella misura del possibile, una delle sue celebrazioni eucaristiche in occasione delle assemblee ordinarie – secondo modalità ancora da definire.

 

Incontri

  • La CVS ha accolto per la tradizionale visita del nunzio apostolico in Svizzera l’arcivescovo Thomas Edward Gullickson e mons. Chibuike Onyeaghala, consigliere della nunziatura.
  • I membri della CVS hanno pure accolto una delegazione di Sacrificio Quaresimale. L’incontro ha permesso uno scambio d’informazioni a proposito dell’evoluzione e delle prospettive di quest’opera cattolica di aiuto. I Vescovi hanno espresso i loro ringraziamenti e la loro riconoscenza per tutto il bene fatto da Sacrificio Quaresimale.

 

Einsiedeln, 31 maggio 2017

  

Encarnación Berger-Lobato,
Responsabile del settore Marketing
e Comunicazione della CVS

rue des Alpes 6, case postale 278
1701 Fribourg
Tel. +41 26 510 15 15, Portable +41 79 552 04 40
www.ivescovi.ch

[1] La CVS ha accettato di rinviare al 2018 l’entrata in vigore della modifica e non più all’inizio dell’Avvento 2017. Le altre chiese cristiane svizzere si sono dichiarate sollevate dalla decisione della CVS: ciò permetterà a ciascuna di esse di consultare le proprie istanze decisionali nella speranza di allinearsi su questa modifica del testo della preghiera universale. Ciò in uno spirito di comunione ecumenico: le tre chiese nazionali della Svizzera (Chiesa cattolica, Chiese protestanti, Chiesa cattolico-cristiana) potrebbero così introdurre insieme questa nuova versione nella loro liturgia, in quanto l’essenziale è pregare insieme! – Dal comunicato stampa del 28 giugno 2017 – www.ivescovi.ch.