Abbaye de Mariastein - Photo : WM

SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | Comunicato stampa | 09.03.2017

Assemblea della Conferenza dei vescovi svizzeria Mariastein (SO)

Sotto la lente la pastorale dei migranti

La CVS si è incontrata il 7 e 8 marzo 2017 a Mariastein (SO – Hôtel Kurhaus Kreuz) per la sua 315ª assemblea ordinaria.

I membri della CVS hanno discusso la situazione attuale della pastorale dei migranti e il suo orientamento futuro. La grande dinamica della migrazione proseguirà ancora nei prossimi anni nel nostro paese. Più di un terzo dei fedeli della Chiesa cattolica in Svizzera proviene dalla migrazione. Questi migranti apportano un contributo essenziale alla vita della Chiesa, che ha istituito per essi più di 25 missioni linguistiche differenti, da quella albanese a quella vietnamita. La pastorale dei migranti riguarda tutti i livelli della Chiesa, dalle parrocchie alla CVS, passando dalle diocesi. E’ resa possibile grazie ai contributi finanziari e amministrativi delle istituzioni di diritto pubblico ecclesiastico.

In considerazione dell’importanza crescente della questione e delle sue sfide per la società e la Chiesa, occorre un rafforzamento e un orientamento rinnovato della pastorale dei migranti. Questo progetto è sviluppato dalla CVS e dalla Conferenza centrale cattolica romana (RKZ). Può riferirsi ai lavori preparatori di un gruppo di lavoro della CVS, presieduto da mons. Jean-Marie Lovey, che ha presentato ai Vescovi i risultati di un’inchiesta sulla situazione attuale della pastorale dei migranti.

Colloquio sull’«Amoris Laetitia»

La CVS ha prolungato la sua assemblea con un colloquio, il 9 marzo, sull’esortazione apostolica post-sinodale «Amoris Laetitia». Questo colloquio ha avuto luogo a Berna ed era destinato ai membri della CVS, ai loro più stretti collaboratori nelle diocesi e ad alcuni esperti. La manifestazione interna alla CVS ha avuto quale scopo la messa in pratica dell’esortazione «Amoris Laetitia» sul piano nazionale e diocesano.

In breve

  • I Vescovi sono stati informati sullo stato dei preparativi in vista della presenza ecumenica della CVS e della Federazione delle Chiese protestanti della Svizzera (FCPS) all’esposizione mondiale “Le porte della libertà” a Wittenberg (Germania), che avrà luogo dal 20 maggio al 10 settembre 2017. Il padiglione svizzero è l’unico tra quelli presenti all’esposizione organizzato in comune dai riformati e dai cattolici.
  • La CVS ha incaricato i Vescovi responsabili della gioventù di coordinare i preparativi in Svizzera del prossimo Sinodo dei Vescovi a Roma, che avrà quale tema “I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”. Essi dovranno, come noto, rispondere al questionario del Segretariato generale del Sinodo in collaborazione con i servizi di pastorale giovanile e le associazioni e movimenti della gioventù.

Incontri

  • Il Nunzio apostolico della Svizzera, l’arcivescovo Thomas Edward Gullickson, è stato ospite dell’assemblea della CVS. Era accompagnato da mons. Chibuike Onyeaghala, consigliere della nunziatura. Questa visita fraterna è stata l’occasione per scambi aperti e personali.
  • Il prof. Patrick Renz, direttore nazionale ad interim di migratio, ha preso parte alle discussioni sullo stato attuale e sull’orientamento futuro della pastorale dei migranti.

Nomine

La CVS ha nominato:

  • Don Tobias Häner, vicario a Basilea, quale membro della Commissione vescovi-preti;
  • Suor Irene Gassmann OSB, priora del convento di Fahr, quale membro del Consiglio delle donne.

 

Mariastein SO, 8 marzo 2017

 

Conférence des évêques suisses
Walter Müller, chargé d‘information