SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 07.12.2017

Assemblée de la Conférence des évêques suisses (CES) à Engelberg



Giustizia e Pace | 01.12.2017

Commissione nazionale Giustizia e Pace, Servizio dei gesuiti per i rifugiati Svizzera (JRS), Comunità di SantʼEgidio Svizzera



22.11.2017

Réponse des Eglise reconnues de droit public (FEPS-CES-RKZ-CKK) à la procédure de consultation concernant le Projet fiscal 17


Tutti i documenti

SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | Comunicato stampa | 27.02.2008

279ª Assemblea ordinaria

La CVS ha tenuto il 25 febbraio nella parrocchia della Trinità a Berna la sua 279ª assemblea ordinaria. Tra i temi principali trattati:

Gli abusi sessuali nella pastorale
Le direttive della CVS sulle questioni legate agli abusi sessuali nella Chiesa portano la data dell’anno 2002. In seguito ai recenti avvenimenti, i vescovi e gli abati territoriali hanno avuto uno scambio di opinioni riguardo alla loro applicazione nelle diocesi. Hanno preso atto con soddisfazione del fatto che queste direttive hanno dato, nel loro insieme, una buona prova di efficacia. Ciò vale anche, risaputamente, per le misure preventive introdotte da queste direttive.

I casi di pedofilia, rivelatisi nel corso delle ultime settimane, concernono dei misfatti gravi che risalgono a diversi decenni fa. La via scelta all’epoca, in tali casi, di spostare i pedofili con discrezione dai loro incarichi, di ricorrere a qualche provvedimento e di reinserirli nella pastorale, era errata. La CVS lo deplora. Al contrario di allora, si sa oggi che, contrariamente agli altri crimini sessuali, il pericolo di recidiva è alquanto elevato presso i pedofili, anche dopo una terapia professionale.

Nei continui sforzi per un miglioramento delle proprie procedure, la CVS ha dato incarico al suo gruppo di esperti di esaminare le direttive del 2002 in seno alle diocesi ed agli ordini religiosi. Gli esperti esamineranno anche la necessità di un completamento o di una rielaborazione di alcune disposizioni.

Nelle accuse di pedofilia non sono soltanto i responsabili ecclesiastici che portano una particolare responsabilità, ma anche i media. I loro reportage devono rispettare la sfera privata delle vittime e non aggiungere un nuovo trauma al precedente.
 

Delegazione svizzera alla Giornate Mondiali della Gioventù a Sydney
Le Giornate Mondiali della Gioventù (GMG) si svolgeranno dal 15 al 20 luglio 2008 a Sydney, in presenza del Papa Benedetto XVI. I vescovi hanno appreso con gioia che un numero ragguardevole di giovani della Svizzera si recherà in Australia per questa occasione. Attualmente più di 300 persone si sono già iscritte. Saranno accompagnate dai vescovi Pier Giacomo Grampa, Vitus Huonder, Martin Gächter e Denis Theurillat. Mentre sul fronte germanofono tutti i posti disponibili sono già stati attribuiti, rimane ancora qualche posto per i romandi e per i ticinesi. Per i giovani che non potranno recarsi a Sydney, sono previste delle manifestazioni particolari in Svizzera. Le indicazioni saranno pubblicate sulle pagine internet dei gruppi linguistici ( www.weltjugendtag.ch; www.jmj.ch; www.pastoralegiovanile.ch).

Dichiarazione comune della CVS e della RKZ
In questi ultimi tempi, i rapporti Chiesa–Stato e le relazioni tra le autorità ecclesiali e le istanze ecclesiastiche di diritto civile hanno dato luogo a diverse discussioni. Nel quadro del dialogo che si è intensificato in questi ultimi anni, la CVS e la Conferenza centrale cattolico–romana (RKZ) hanno riflettuto sulla loro collaborazione e pubblicano a questo proposito una breve dichiarazione annessa al presente comunicato. Esse testimoniano così la loro disponibilità alla collaborazione ed alla ricerca di soluzioni comuni.

In breve
• Come sua abitudine, il Nunzio apostolico in Svizzera, mons. Francesco Canalini, ha fatto una breve visita di cortesia all’assemblea della CVS del 25 febbraio.
• La CVS si felicita con il Consigliere nazionale Hugo Fasel, che è stato eletto direttore dell’istituzione di aiuto dal comitato della Caritas Svizzera.

Nomine
• La CVS ha nominato don Roland Graf (Alpthal) e la sig.ra Béatrice Bowald–Furrer, collaboratrice scientifica della Commissione nazionale “Giustizia e Pace” (Berna), quali nuovi membri della Commissione di bioetica.
• Don Rolf Zumthurm (Vouvry), il Dr. Urban Fink (Soletta) ed il prevosto Claude Ducarroz (Friborgo) sono stati nominati membri della Commissione ecumenica.
• Il gruppo di lavoro “Altre religioni”, costituito recentemente, sarà composto da: mons. Vitus Huonder, vescovo di Coira (Presidente), Erwin Tanner (Segretario), Prof. Dr. Martin Baumann, Prof. Dr. Anand Nayak, Dr. Rolf Weibel, Dr. Urs Köppel e dal p. Josef Meili SMP.

Berna, 27 febbraio 2008

Walter Müller
Incaricato per la comunicazione