Comunicati e prese di posizione

Prese di posizione della CVS

16.03.2017

La CVS, la Federazione delle Chiese protestanti della Svizzera (FCPS), l’associazione “Mehr Ranft” e la Conferenza centrale cattolica romana della Svizzera (RKZ) organizzeranno, il 1° aprile a Zugo, una giornata nazionale ed ecumenica di commemorazione e di celebrazione di questi due avvenimenti. Questa giornata avrà come tema “Insieme verso il centro” e si pone sotto il segno della riconciliazione e dell’unità.

SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 09.03.2017

La pastorale des migrants sous la loupe

La Conférence des évêques suisses (CES) s’est retrouvée les 7 et 8 mars 2017 à Mariastein SO (Hôtel Kurhaus Kreuz) pour sa 315e assemblée ordinaire.

14.02.2017

Un groupe d’experts de la Conférence des évêques suisses étudie le « modèle du Bénin »

Au Bénin, un pays d’Afrique occidentale, les forces sociétales, religieuses et politiques travaillent ensemble à préserver la paix et le développement du pays et à les garantir pour le futur. La paix et le développement ne sont possibles que lorsque le dialogue interreligieux et interculturel est assuré entre les gens des diverses communautés religieuses qui vivent ensemble en ville et en campagne. Tel est le message unanimement délivré par les nombreux interlocuteurs qu’un groupe d’experts de la Conférence des évêques suisses (CES) a rencontrés lors d’un voyage d’une semaine au Bénin. La délégation de sept personnes répondait à une invitation de la « Fondation Espace Afrique » à Genève que l’entrepreneur béninois Samuel Dossou-Aworet a créée pour le développement de l’Afrique et la promotion de ses valeurs.

SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 13.02.2017

Il 16 febbraio 2017 è stato pubblicato questo libro, con la prefazione di papa Francesco. La CVS e la Provincia svizzera dei cappuccini giudicano “necessaria, preziosa e coraggiosa” la testimonianza di questa vittima che, da bambino, ha subito per quattro anni (dal 1968 al 1972) abusi sessuali da parte di un padre cappuccino.

LA CVS e i cappuccini sperano che il libro di Daniel Pittet aiuti le vittime a parlare: questo potrà permettere di evitare altri abusi. [13 febbraio]

13.02.2017

La Conférence des évêques suisses (CES), la Fédération des Églises protestantes de Suisse (FEPS), l’association « Mehr Ranft » et la Conférence centrale catholique romaine de Suisse organiseront, le 1er avril 2017 à Zoug, une journée nationale et œcuménique de commémoration et de célébration de ces deux événements.

SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 06.02.2017

La CVS ha nominato Patrick Renz direttore nazionale ad interim di “migratio” dal gennaio 2017. Il posto era vacante già dall’agosto 2016. Parallelamente a questa nomina, la CVS ha iniziato un processo di riflessione sull’organizzazione futura di questo ufficio e una riflessione sulla pastorale dei migranti e la sua evoluzione, da portare a termine entro la fine dell’anno corrente

SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 06.02.2017

La CVS ha promosso, domenica 12 febbraio, un incontro ecumenico di portata internazionale. Il card. Kurt Koch, Presidente del Pontificio Consiglio per la promozione dell’unità dei cristiani, e il metropolita Hilarion, Presidente del Dipartimento delle relazioni ecclesiastiche esterne del Patriarcato di Mosca, hanno parlato dei progressi nel riavvicinamento tra le due Chiese nel dialogo e nella collaborazione. La manifestazione ha avuto luogo all’Università di Friborgo.

02.02.2017

Guidati da mons. Alain de Raemy, il gruppo di esperti si è recato in visita in Benin dal 3 all’11 febbraio. Il tema di questo viaggio era il dialogo interreligioso in questo paese dell’Africa occidentale. Il Benin si caratterizza per una coabitazione pacifica tra cristiani, musulmani e religioni autoctone. La delegazione di sette persone ha risposto all’invito della Fondazione ginevrina Espace Afrique, creata dall’imprenditore beninese Samuel Dossou-Aworet per lo sviluppo dell’Africa e la promozione dei suoi valori.

Giustizia e Pace | 26.01.2017

Questi nostri giovani concittadini e concittadine avvertono un legame più forte con la Svizzera che con il paese d'origine dei loro nonni. La Svizzera è la loro madrepatria, eppure non hanno il passaporto rossocrociato. Da un profilo dʼetica sociale, occorre offrire a questi giovani le stesse prospettive che ai loro coetanei svizzeri. Abbiamo bisogno delle loro competenze, talenti e impegno.

SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 16.01.2017

Le cure palliative sono in fase di grande sviluppo in Svizzera e fanno ormai parte integrante del sistema della salute. I Vescovi svizzeri hanno deciso di dotarsi di un servizio specializzato in cure palliative e, più precisamente, in cure spirituali. La prima responsabile di questo servizio è la teologa Jeanine Kosch-Vernier. È entrata in funzione all’inizio dell’anno 2017.