SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 12.04.2017




21.11.2016

SPI - Medienmitteilung vom 14 . November 2016


SBK-CES-CVS Conferenza dei vescovi svizzeri | 19.10.2016


Tutti i documenti

Joachim Valentin, presidente della giuria, attribuisce il premio a "Vol spécial", il 13 agosto 2011 a Locarno. Bea Cuttat, direttrice della distribuzione svizzera, è contenta di ricevere il premio a nome del realizzatore Fernand Melgar. © Charles Martig

Servizio d'informazione | 17.08.2011

"Un film coraggioso"

"Vol Spécial" premiato dalla giuria ecumenica del festival di Locarno

Il delegato episcopale per il cinema Charles Martig approva la decisione della giuria ecumenica del festival del film di Locarno di premiare "Vol Spécial" del regista romando Fernand Melgar. "Congratulazioni alla Giuria ecumenica e alla Giuria dei giovani di Locarno per la distinzione di questo film coraggioso", come comunica ai vescovi svizzeri. Martig li consiglia come delegato episcopale in questioni cinematografiche.

"Il film possiede qualità formale e si confronta intensamente con la problematica della detenzione prima del rinvio. Fernand Melgar assume un punto di vista chiaro come realizzatore e mostra le conseguenze dell'indurimento della legge sull'asilo in Svizzera".

La Giuria ecumenica ha valutato il documentario come "autentico e commovente". Sia Lie Wärter  sia i detenuti si "comportano umanamente in condizioni disumane". In tal modo gli spettatori li sperimentano "come individui con la loro propria famiglia, religione e dignità".

Martig respinge la critica mossa al film di equiparare guardiani e detenuti. Il presidente della giuria internazionale, Paulo Brancho, aveva definito il film "fascista". Le obiezioni di Brancho sono "inaccettabili e senza fondamento", sottolinea Martig.

Website della giuria ecumenica